A+ A A-

esteroSi è svolto in data odierna  [13 OTTOBRE 2015, n.d.r.] presso il Maeci, l’incontro delle OO.SS. scuola con la Delegazione della DGSP, convocato con all’odg.:
1) problematiche relative al blocco delle supplenze nelle scuole di Madrid e Barcellona;
2) stato delle nomine;
3) applicazione D.I. sull’Offerta formativa.
I rappresentanti del Maeci hanno esposto le soluzioni operative, concordate con il Miur, al fine di garantire, dopo il blocco delle supplenze, sia il regolare svolgimento delle lezioni nelle scuole statali italiane di Madrid e Barcellona, fino al termine dell’a.s. 2015/16 e sia il diritto di fruire degli insegnamenti previsti dagli ordinamenti vigenti. Tali soluzioni prevedono l’invio di personale docente di ruolo comandato ai sensi dell’art. 652 del Dlvo 297/1994, per periodi varianti da 4 mesi all’intero a.s. per le materie per le quali non è stato possibile intervenire con la nomina di personale supplente. Il personale sarà individuato seguendo lo scorrimento delle graduatorie permanenti per la destinazione all’estero, relative, in particolare, agli insegnamenti di Educazione Fisica, Arte e Immagine, Educazione Musicale e Tecnologia.
Le scriventi OO.SS. hanno ribadito il proprio dissenso sulla complessiva gestione, da parte dell’Amministrazione del Maeci, dei contratti a tempo determinato nelle scuole statali di Madrid e Barcellona. Una gestione che, nel corso di questi anni, ha generato contenziosi giudiziali e conseguenti sentenze di condanna del Maeci da parte dei tribunali spagnoli. Le scriventi OO.SS. sottolineano che l’attuale funzionamento delle suddette istituzioni viene esclusivamente garantito dal personale docente di ruolo, a cui sono state assegnate ore aggiuntive fino al limite delle 24 ore e chiedono immediate soluzioni di carattere strutturale al fine di consentire all’utenza scolastica il diritto a fruire degli insegnamenti previsti e nel contempo ai docenti di operare coerentemente con le norme vigenti.
La possibilità di inviare del personale comandato per l’anno scolastico in corso può soltanto rappresentare una soluzione provvisoria e certamente non risolutiva delle problematiche affrontate in questi mesi dal personale scolastico, dalle famiglie e dagli studenti delle scuole di Barcellona e Madrid.
Per quanto riguarda lo stato delle nomine è stato comunicato da parte del Maeci un aggiornamento delle assunzioni in servizio all’estero, che al momento risultano essere circa il 70% delle nomine fatte.
Per ciò che concerne le disposizioni relative alle modifiche ai Pof nelle scuole statali all’estero, in applicazione del D.I. emanato soltanto alla fine di agosto, sono state espresse da parte delle OO.SS. forti perplessità sui tempi di attuazione da parte dei collegi dei docenti per il corrente a.s., sollecitando per alcune sedi particolarmente disagiate (Asmara, ecc.) la possibilità di accogliere eventuali parziali deroghe alla immediata attuazione delle disposizioni indicate.

 

Roma, 13 ottobre 2015

 

Si è svolto in data odierna  [13 OTTOBRE 2015, n.d.r.] presso il Maeci, l’incontro delle OO.SS. scuola con la Delegazione della DGSP, convocato con all’odg.:
1) problematiche relative al blocco delle supplenze nelle scuole di Madrid e Barcellona;
2) stato delle nomine;
3) applicazione D.I. sull’Offerta formativa.
I rappresentanti del Maeci hanno esposto le soluzioni operative, concordate con il Miur, al fine di garantire, dopo il blocco delle supplenze, sia il regolare svolgimento delle lezioni nelle scuole statali italiane di Madrid e Barcellona, fino al termine dell’a.s. 2015/16 e sia il diritto di fruire degli insegnamenti previsti dagli ordinamenti vigenti. Tali soluzioni prevedono l’invio di personale docente di ruolo comandato ai sensi dell’art. 652 del Dlvo 297/1994, per periodi varianti da 4 mesi all’intero a.s. per le materie per le quali non è stato possibile intervenire con la nomina di personale supplente. Il personale sarà individuato seguendo lo scorrimento delle graduatorie permanenti per la destinazione all’estero, relative, in particolare, agli insegnamenti di Educazione Fisica, Arte e Immagine, Educazione Musicale e Tecnologia.
Le scriventi OO.SS. hanno ribadito il proprio dissenso sulla complessiva gestione, da parte dell’Amministrazione del Maeci, dei contratti a tempo determinato nelle scuole statali di Madrid e Barcellona. Una gestione che, nel corso di questi anni, ha generato contenziosi giudiziali e conseguenti sentenze di condanna del Maeci da parte dei tribunali spagnoli. Le scriventi OO.SS. sottolineano che l’attuale funzionamento delle suddette istituzioni viene esclusivamente garantito dal personale docente di ruolo, a cui sono state assegnate ore aggiuntive fino al limite delle 24 ore e chiedono immediate soluzioni di carattere strutturale al fine di consentire all’utenza scolastica il diritto a fruire degli insegnamenti previsti e nel contempo ai docenti di operare coerentemente con le norme vigenti.
La possibilità di inviare del personale comandato per l’anno scolastico in corso può soltanto rappresentare una soluzione provvisoria e certamente non risolutiva delle problematiche affrontate in questi mesi dal personale scolastico, dalle famiglie e dagli studenti delle scuole di Barcellona e Madrid.
Per quanto riguarda lo stato delle nomine è stato comunicato da parte del Maeci un aggiornamento delle assunzioni in servizio all’estero, che al momento risultano essere circa il 70% delle nomine fatte.
Per ciò che concerne le disposizioni relative alle modifiche ai Pof nelle scuole statali all’estero, in applicazione del D.I. emanato soltanto alla fine di agosto, sono state espresse da parte delle OO.SS. forti perplessità sui tempi di attuazione da parte dei collegi dei docenti per il corrente a.s., sollecitando per alcune sedi particolarmente disagiate (Asmara, ecc.) la possibilità di accogliere eventuali parziali deroghe alla immediata attuazione delle disposizioni indicate.

Roma, 13 ottobre 2015

è svolto in data odierna  [13 OTTOBRE 2015, n.d.r.] presso il Maeci, l’incontro delle OO.SS. scuola con la Delegazione della DGSP, convocato con all’odg.:
1) problematiche relative al blocco delle supplenze nelle scuole di Madrid e Barcellona;
2) stato delle nomine;
3) applicazione D.I. sull’Offerta formativa.
I rappresentanti del Maeci hanno esposto le soluzioni operative, concordate con il Miur, al fine di garantire, dopo il blocco delle supplenze, sia il regolare svolgimento delle lezioni nelle scuole statali italiane di Madrid e Barcellona, fino al termine dell’a.s. 2015/16 e sia il diritto di fruire degli insegnamenti previsti dagli ordinamenti vigenti. Tali soluzioni prevedono l’invio di personale docente di ruolo comandato ai sensi dell’art. 652 del Dlvo 297/1994, per periodi varianti da 4 mesi all’intero a.s. per le materie per le quali non è stato possibile intervenire con la nomina di personale supplente. Il personale sarà individuato seguendo lo scorrimento delle graduatorie permanenti per la destinazione all’estero, relative, in particolare, agli insegnamenti di Educazione Fisica, Arte e Immagine, Educazione Musicale e Tecnologia.
Le scriventi OO.SS. hanno ribadito il proprio dissenso sulla complessiva gestione, da parte dell’Amministrazione del Maeci, dei contratti a tempo determinato nelle scuole statali di Madrid e Barcellona. Una gestione che, nel corso di questi anni, ha generato contenziosi giudiziali e conseguenti sentenze di condanna del Maeci da parte dei tribunali spagnoli. Le scriventi OO.SS. sottolineano che l’attuale funzionamento delle suddette istituzioni viene esclusivamente garantito dal personale docente di ruolo, a cui sono state assegnate ore aggiuntive fino al limite delle 24 ore e chiedono immediate soluzioni di carattere strutturale al fine di consentire all’utenza scolastica il diritto a fruire degli insegnamenti previsti e nel contempo ai docenti di operare coerentemente con le norme vigenti.
La possibilità di inviare del personale comandato per l’anno scolastico in corso può soltanto rappresentare una soluzione provvisoria e certamente non risolutiva delle problematiche affrontate in questi mesi dal personale scolastico, dalle famiglie e dagli studenti delle scuole di Barcellona e Madrid.
Per quanto riguarda lo stato delle nomine è stato comunicato da parte del Maeci un aggiornamento delle assunzioni in servizio all’estero, che al momento risultano essere circa il 70% delle nomine fatte.
Per ciò che concerne le disposizioni relative alle modifiche ai Pof nelle scuole statali all’estero, in applicazione del D.I. emanato soltanto alla fine di agosto, sono state espresse da parte delle OO.SS. forti perplessità sui tempi di attuazione da parte dei collegi dei docenti per il corrente a.s., sollecitando per alcune sedi particolarmente disagiate (Asmara, ecc.) la possibilità di accogliere eventuali parziali deroghe alla immediata attuazione delle disposizioni indicate.

Roma, 13 ottobre 2015

- See more at: http://www.cislscuola.it/index.php?id=2872&tx_ttnews%5Btt_news%5D=27155&cHash=eeabd696830ff5a3f4de6be224e40697#sthash.GCt2bMvN.dpuf