A+ A A-

#IORESTOACASA

Comunichiamo che le nostre sedi saranno chiuse al pubblico fino a nuove comunicazioni.

Ci potrete contattare al numero 3483706061 (Alessandra) tra le 10 e le 12 e tra le 16 e le 18 dal lunedì al venerdì e saremo di supporto per ogni vostro quesito anche tramite email all'indirizzo email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Abbiamo preso queste misure a tutela della nostra salute e di quella dei nostri cari associati.

DPCM 9 marzo 2020, sospese le attività didattiche fino al 3 aprile

Firmato nella tarda serata di lunedì il DPCM 9 marzo 2020, che estende a tutta Italia le misure in precedenza previste per Lombardia e altre province di Piemonte, Emilia Romagna, Veneto e Marche. Come detto in una precedente news, riguarderà l'intero territorio nazionale la sospensione fino al 3 aprile di tutte le attività educative e didattiche.
È molto probabile che vengano successivamente diffuse note di integrazione e chiarimento, sia a livello generale che per quanto riguarda nello specifico il sistema dell'istruzione, poiché sono molti gli aspetti su cui è necessario individuare l'ambito preciso di applicazione delle misure previste (a partire da quelle riguardanti la mobilità sul territorio).

Procedura selettiva internalizzazione servizi di pulizia, domande entro il 31 dicembre

È stato pubblicato il bando relativo alla procedura selettiva per l’internalizzazione dei servizi di pulizie. Si tratta della procedura selettiva volta a "stabilizzare" il rapporto di lavoro di chi per almeno dieci anni ha svolto servizi di pulizia e mansioni ausiliarie come dipendente a tempo indeterminato di imprese alle quali i servizi stessi erano affidati.
La procedura, che si svolgerà su base provinciale, riguarda complessivamente 11.263 unità di personale. Gli interessati, per i quali il bando prevede espressamente situazioni di inammissibilità legate fra l'altro a eventuali pregressi provvedimenti e sanzioni, di natura disciplinare e/o legale, che ne abbiano interdetto il contatto con minori, dovranno produrre domanda con modalità telematica entro il termine del 31 dicembre 2019 (ore 14).
La domanda si potrà presentare solo nella provincia in cui il servizio è attualmente prestato.
Dettagliate istruzioni per la compilazione delle domande sono reperibili sulla pagina del sito MIUR dedicata alla procedura selettiva.

Gissi: un risultato molto positivo per la stabilità del lavoro e la qualità del servizio

Un’intesa positiva, un risultato che non era affatto scontato, frutto di una complessa fase di confronto con interlocutori diversi, su una materia estremamente delicata e nella quale è sempre difficile individuare i necessari punti di equilibrio”. Questo il giudizio di Maddalena Gissi, segretaria generale della Federazione Scuola, Università e Ricerca CISL sull’intesa da poco sottoscritta al MIUR. “Credo che sia una buona mediazione quella raggiunta – prosegue la segretaria generale – un risultato che permette di salvaguardare l’obiettivo per noi prioritario, offrire ai docenti precari opportunità di stabilizzazione del proprio rapporto di lavoro, di vedere valorizzata l’esperienza professionale maturata. Nello stesso tempo, l’intesa apre a percorsi di conseguimento dell’abilitazione in tempi più rapidi e con procedure molto meno onerose”.
Tutto ciò si realizza a partire dal concorso straordinario, riservato a chi ha tre anni di servizio nella scuola statale, un concorso al quale saranno destinati almeno 24.000 posti. Le prove concorsuali, conformi a una procedura di carattere straordinario rivolta a chi è già da tempo attivo sul campo, prevedono una prima prova “computer based”, con quesiti a risposta multipla; gli esiti della prova determinano la graduatoria di merito. I vincitori sono ammessi a un periodo di prova che si conclude con un orale in cui dovranno dimostrare di saper progettare e condurre una lezione. Chi supera la prova concorsuale ma non risulta tra i vincitori (cioè tutti coloro che eccedono i 24.000 posti messi a concorso), può accedere a una prova selettiva abilitante. La definizione di percorsi strutturali di formazione e abilitazione del personale docente sarà oggetto di un disegno di legge collegato alla legge di bilancio, “da stilare a seguito di un confronto approfondito con le organizzazioni sindacali”.
Non può sfuggire l’importanza – sottolinea la Gissi - di vedere accolta la nostra richiesta di individuare in via ordinaria, e non solo a carattere transitorio, percorsi per il conseguimento dell’abilitazione”.
Nel decreto legge sarà inoltre previsto il bando di un concorso a posti di DSGA destinato in modo particolare agli assistenti amministrativi facenti funzione per almeno tre anni negli ultimi otto, anche in deroga al requisito della laurea.
L’intesa prevede anche l’avvio immediato di tavoli tematici sulle questioni che dovranno essere affrontate in legge di bilancio, a partire dalla semplificazione amministrativa per le istituzioni scolastiche e educative, mentre un tavolo specifico sarà immediatamente attivato presso l’Ufficio di Gabinetto sul problema dei docenti diplomati.
Per noi la richiesta è di estendere al 2019/20 quanto prevede il ‘decreto dignità’, a salvaguardia della continuità didattica e per evitare difformità di trattamento dei docenti derivanti dalla variegata tempistica delle diverse pronunce dei TAR. Tutto ciò naturalmente rispettando i diritti dei controinteressati. Ci attendiamo – conclude Maddalena Gissi - una convocazione in tempi rapidissimi, si tratta di una questione da affrontare con la massima tempestività”.